Il Team Time

TEAM TIME

Una metodologia didattica innovativa per contrastare bullismo e dispersione, favorire l’interdipendenza positiva e l’inclusione degli studenti con BES, migliorare gli Esiti scolastici e valorizzare le eccellenze.

Autrice: Sofia Listorto (2016)

L’obiettivo di questo articolo è quello di promuovere la diffusione della metodologia didattica del Team Time in quanto fondata su di una cultura collaborativa finalizzata al miglioramento del clima in classe e degli Esiti scolastici.

In particolare il Team Time:

1. Supporta l’efficacia formativa attraverso l’introduzione di metodologie didattiche interattive e l’utilizzo di nuove tecnologie atte a favorire l’implementazione delle classi 2.0 e 3.0, favorisce il miglioramento del senso di auto-efficacia dei docenti, contrastando il rischio di stress lavoro-correlato nel contesto scolastico ed il burn out;

2. Consente l’interdipendenza positiva tra studenti, potenziando le eccellenze, promuove i comportamenti pro-sociali votati al successo scolastico, contrastando il diffondersi di fenomeni di conflittualità all’interno della classe, di bullismo e cyberbullismo;

3. Favorisce l’aumento delle conoscenze e delle competenze degli studenti, italiani e stranieri, in particolare per coloro che presentano dei Bisogni Educativi Speciali (BES), riduce il rischio di drop out, potenzia negli studenti l’acquisizione delle life skills (abilità di vita), delle hard skills (competenze tecniche) e delle soft skills (abilità trasversali o sociali), facilitando il positivo inserimento nel mondo del lavoro.

vedi l’intero articolo su team-time-sofia-listorto

Gli ideatori del Team Time

La metodologia del Team Time, è stata ideata da due autori italiani: Sofia Listorto e Luca Rosi.

 Sofia Listorto

Psicologa scolastica presso l’Istituto Sacro Cuore e presso numerose altre scuole statali e paritaria di Roma e del Lazio, Psicoterapeuta, Presidentessa dell’Associazione “Il Caleidoscopio” da lei fondata con altri colleghi Psicologi nel 1995.

Opera come Psicologa scolastica dal 1987 nelle scuole di ogni ordine e grado di Roma e del Lazio. Ha collaborato con l’Ordine degli Psicologi del Lazio nell’Area Psicologia Scolastica e con l’Istituto Superiore di Sanità come Coordinatrice del Progetto ScuolaSalute. Responsabile di numerosi progetti finalizzati al contrasto della dispersione scolastica, del bullismo, dei comportamenti a rischio nell’infanzia e adolescenza per la promozione dei comportamenti pro-sociali e degli stili di vita sani, finanziati dalla Provincia di Roma e dalla Regione Lazio: “Team Time”, Abili a vivere”, “Arcobaleno. Centro diurno per Minori”, “Cittadini del mondo”, “Ciao, Lucignolo!” (contrasto della dispersione scolastica), “Progetto X per la prevenzione della diffusione dell’HIV e dell’AIDS”; ha collaborato nei seguenti progetti: “Mosaico”, “Orientare per integrare” e “Matrix”. Formatrice di formatori, ha scritto e curato, da sola o con altri, articoli e pubblicazioni sulle tematiche adolescenziali.

Luca Rosi

Psicologo, sociologo, MC, MPH, esperto di metodologia didattica, comunicazione e sviluppo delle Risorse Umane. In aggiunta alla sua attuale attività di ricercatore presso l’Istituto Superiore di Sanità, è ricercatore associato e visiting professor al centro di Management della Mc Gill University di Montreal e alla Harvard Medical School nel programma HPRT.

Svolge una copiosa attività a livello nazionale ed internazionale come consulente e formatore per controparti governative e non-governative nell’ambito di programmi di capacity building, riforme socio-sanitarie e gestione di disastri ed emergenze complesse. Oltre a partecipare alla stesura di manuali e dispense di formazione dei formatori, ha pubblicato numerosi scritti e riflessioni con particolare riferimento alle abilità relazionali nel settore socio-sanitario.